Archivi Blog

Baggio 50 anni, solo quattro volte a Palermo. E quella guerra con Boban…

 

boban-baggio

ALE

“Un’estate italiana” e “Sotto questo sole”. Quando Baggio sbarca a Palermo per la prima volta sono queste le due canzoni che dominano la hit parade italiana. Più indietro “Vattene amore”. Agosto 1990, c’è spazio per un’altra notte magica. La Juventus fa un bagno di folla nella città di Schillaci per sfruttare l’effetto-Totò sulla scia del Mondiale finito da poco per accontentare i fedelissimi della Vecchia Signora. E si sa: a Palermo sono tanti.

Leggi il resto di questa voce

Il ghiacciolo tricolore, il giornalista irlandese e… Fuck Schillaci

ImageFRANK

Roberto, mio collega dell’università che ora vive a Dublino, sostiene che la commovente storia di Maurizio Schillaci raccontata dal nostro Ale, si venderebbe bene anche in riva al Liffey. E dunque si parlava d’Irlanda poco fa sulla sua bacheca Facebook.

Anzi, si parlava di Eire. Sì, perché per tutti a Italia ’90 fu Eire. Pat Bonner, Niall Quinn, Tony Cascarino. Quei giganti vestiti di verde erano pure simpatici. E noi palermitani li avevamo visti per due volte da vicino, alla Favorita. Zero a zero deludente contro l’Egitto e uno a uno decisivo per la qualificazione contro l’Olanda. Due pareggi nel gruppo che forse ha registrato il numero più alto di X nella storia: cinque su sei partite.

Leggi il resto di questa voce

Gli occhi di Totò

FRANK

Di Natale non c’è traccia, fa un caldo bestia oggi come ventidue anni fa. Era un sabato anche quello, 9 giugno 1990. Di Carnevale non c’è traccia, quella sera. Entra Totò. Gol. Totògol. Prima della schedina. Italia-Austria uno a zero.

C’è Italia-Spagna domani, apre per noi gli Europei 2012. Io cerco ancora una competizione che mi faccia emozionare come Italia ’90. Cerco ancora un attaccante in maglia azzurra che mi faccia sognare. Ma sono convinto che non troverò mai più gli occhi di Totò.