Archivio mensile:aprile 2020

Vieri parla con Toni: “Mi ricordo quando giocavo a Palermo, quanti cazzotti mi diede Biffi…”

ALE

“Mi ricordo quando ero in serie B e giocavo a Palermo, c’era Biffi…”. A parlare è Bobo Vieri, in una delle ormai mitologiche dirette su Instagram, che in assenza di calcio vero sono diventate il pane quotidiano per migliaia di affamati di pallone. L’ex attaccante della Nazionale, un tempo re dei gol e delle notti in discoteche, e oggi papà 46enne, parla con Luca Toni. E cita più volte Palermo. La prima volta quando fa cenno a una partita giocata con la maglia dell’Italia al Barbera. “Luca, ti ricordi quando entrai al posto tuo? Era un periodo che non segnavo e volevo far gol per forza. Totti mi mandò in porta, volevo dribblare il portiere, buttai la palla fuori da solo, però la palla mi ritornò e la cacciai via per 20 metri”. E giù risate.

Leggi il resto di questa voce

12 aprile 2000/Una meteora da leggenda nel volley. L’Iveco Palermo piega la Sisley dei marziani nei playoff scudetto

 

 

 

ALE

Quando Henk Jan Held, olandese dagli occhi di ghiaccio e campione olimpico in carica, mette giù la palla del 25-23 l’impossibile è appena diventato possibile. L’Iveco Palermo con quel punto ha battuto 3-1 i campioni d’Italia e d’Europa della Sisley Treviso, corazzata pigliatutto negli anni Novanta, e approda alle semifinali scudetto. E’ la sera del 12 aprile 2000, 20 anni fa esatti. Si è appena materializzata un’impresa da leggenda per tanti motivi. Il primo: è il punto più alto toccato dallo sport palermitano, che a questo punto sogna il primo scudetto in una disciplina “top”. Il secondo motivo: mai una ottava qualificata aveva eliminato la prima della regular season nei playoff per il tricolore. E ancora: mai la Sisley Treviso degli Imbattibili era stata eliminata così precocemente. Quando Held mette giù la palla del trionfo nel nuovo – e già vecchio Palasport di fondo Patti – la gente si stropiccia gli occhi.

Leggi il resto di questa voce