La storica nevicata del ’99: quel Palermo-Juve Stabia “sottozero”

collage palermo juve stabia

ALE

Mentre Kristian Ghedina è pronto a buttarsi giù dal cancelletto per giocarsi i suoi mondiali americani, dall’altra parte del mondo il Palermo ospita la Juve Stabia. C’è la neve sia nella tarda mattinata di Vail, in Colorado, che nella sera che avvolge la Favorita, in viale del Fante. E’ il primo febbraio 1999. Mentre Palermo oggi subisce il sole d’inverno con i 22 gradi segnati alle 14, la mente schizza a quella storica serata.

Quella e quella del Capodanno 2015 sono le uniche vere nevicate a Palermo degli ultimi 40 anni, come hanno confermato gli esperti meteo. In quelle giornate di febbraio del 1999 la neve cadde per ben tre volte. La temperatura in città scese sotto lo zero e il parco della Favorita assunse le sembianze di un bosco scandinavo con gli alberi piegati dalla neve. Perfino la spiaggia di Mondello si colorò di bianco.

Ah, mentre i palermitani battevano i denti per il freddo, in viale del Fante sbarcò uno sciame di “vespe”, la Juve Stabia di Caccavale, Menolascina e Fresta. E’ la partita clou della serie C, che resta in forse fino all’ultimo. Ma si gioca perché la posta in palio è alta e ci sono pure le telecamere della Rai. Si accendono le luci, arriva la capolista Juve Stabia. E’ lunedì sera. Inizio febbraio gelido in Sicilia. Il campo è ricoperto di ghiaccio, nevica da tre giorni. Nel Palermo di Morgia – che lotta disperatamente per tornare in B – fanno il debutto Triuzzi e Tondo.

La partita, attesissima, in realtà si rivela un flop: finisce 0-0, di occasioni da gol neanche a parlarne. I tifosi ospiti vengono presi a pallate di neve, poi tornano a casa, a Castellammare di Stabia, dove qualche giorno dopo nasce Gigio Donnarumma. I due gradi del 1999 sono diventati 22, Kristian Ghedina è un signore di 51 anni, e il ghiaccio si è sciolto. Ma non le speranze dei tifosi, rifiorite all’improvviso nella nuova primavera palermitana.

Pubblicato il 3 febbraio 2020, in Calcio con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: