Archivio mensile:novembre 2018

18 novembre 1988: il leopardo che azzannò una bimba a Palermo

leopardoFRANK
Che ci fa un leopardo dentro uno stabile in una zona residenziale della città? Come può una bambina di 3 anni ritrovarsi tra le fauci di un leopardo nell’androne di casa sua? Non è fantascienza, ma una storia incredibile accaduta a Palermo 30 anni fa. C’è Pascià, il leopardo, ma c’è soprattutto il pomeriggio da incubo vissuto da Marianna (nome di fantasia), 3 anni, in un palazzo di via Umberto Giordano.

Leggi il resto di questa voce

5 novembre 1995, Totogol da sogno al Cep: la schedina, i 3 miliardi e poi… l’incubo

Schermata 2018-11-05 alle 09.12.42

FRANK

Il Totògol del Cep fino al 5 novembre 1995 è Totò Schillaci, l’eroe delle notti magiche. Ma a Palermo, e soprattutto al Cep, centro espansione popolare, succedono cose strane. Il 4 novembre 1995, la città si addormenta stordita da due eventi. I rosanero hanno battuto la Pistoiese sotto il diluvio e la squadra di Arcoleo ora è seconda in B. La A si può centrare. Quella stessa sera però il Tg scuote il mondo: UCCISO RABIN, premier israeliano, premio Nobel per la pace nel 1994. 

Al Cep, tra case popolari e palazzoni del boom edilizio, si va a letto senza immaginare che l’indomani la storia ribusserà alla porta del quartiere.

5 novembre 1995, domenica. Il 13 non è più il numero dei desideri, adesso a ingolosire gli italiani è l’8. Totogol, 30 partite in schedina, da indovinare quelle con il maggior numero di reti. Si vince con 6, pochino, con 7, una buona somma, con 8, appunto, un’enormità.

Totò Schillaci gioca in Giappone nello Jubilo Iwata, lo coprono di yen e finisce la carriera in Sol Levante. 

Ma in quel giorno di inizio novembre, Totògol al Cep si materializza sotto le vesti di un foglietto di carta. Nella ricevitoria dei fratelli Ottini, in via Brunelleschi, qualcuno acquista una quota di un sistema elaborato dal più piccolo degli Ottini, Maurizio. Spende 1.600 lire e si mette in tasca un tesoro. 

1-9-13-15-19-21-22-27 è la combinazione da sogno. Frutta tre miliardi e 243 milioni di lire, è la seconda vincita più alta di sempre, fino ad allora, dopo quella del 23 dicembre 1994 (3.710.723.415 lire), anche quella realizzata a Palermo.

Leggi il resto di questa voce

Quel tifoso del Palermo che prese a pugni il portiere avversario: 45 anni fa l’invasione di campo più folle

ALE

Chiedilo a un tifoso del Palermo di 60 anni qual è stata l’invasione di campo più celebre. Lui chiuderà gli occhi e dopo 2-3 secondi ti risponderà. Il tempo di riannodare i fili della memoria. Poi – come una scheggia impazzita – il ricordo volerà a quel Palermo-Brindisi del 4 novembre 1973, sesta giornata del campionato di B. Una domenica pomeriggio di 45 anni fa esatti. I rosa di capitan Arcoleo stanno vincendo contro il Brindisi di Papadopulo – con Gianni Di Marzio baby allenatore in panca (a 33 anni) – grazie a un gol di Barbana e sono al terzo posto virtuale. A pochi secondi dalla fine succede di tutto.

Leggi il resto di questa voce