Be(f)fana rosanero

Caterino_GiovanniALE

Come nel peggiore degli incubi. Amauri-gol spinge il Palermo nei bassifondi della classifica. Penultimo posto dopo il girone d’andata, 15 punti. Mai così male nei 10 anni di serie A con Zamparini in sella. Insomma un’Epifania da dimenticare. Flashback: un altro 2-1. E’ il giorno della Befana, il Palermo ribalta la Salernitana e si accomoda il testa alla classifica.


C’è il panettone da digerire, la Favorita alle 14 è già piena come un uovo. C’è sole, ma è una giornata fredda. Neanche il tempo di capire che le feste sono finite e di guardare le squadre schierate in campo, che Tudisco, siciliano doc, porta in vantaggio i suoi. Dal quel momento in poi comincia lo show di Chimenti. Ha ancora i capelli, pochi, e tutti appiccicati sulla nuca, e indossa dei pantaloni neri, simili ai fuseaux. Para tutto, si carica. Qualcuno in curva sussurra: “Ma è il figlio di Vito?”.
La Salernitana spreca tutto in contropiede. Sembra la classica giornata stregata. Nella ripresa, come d’incanto, il bunker granata guidato da Mark Iuliano crolla. Scarafoni scarica in porta il gol del pareggio e va a esultare sotto la tribuna. Ma la Favorita impazzisce a 20 minuti dalla fine. Cross di Beppe Compagno, velo di Scarafoni e colpo di testa di Caterino. Si scatena il delirio. In panchina, in curva, in campo.

 
Era il 6 gennaio 1996. La Gazzetta il giorno dopo titola a tutta pagina: “Palermo, la A nella calza”. Dopo il triplice fischio di Farina, la gente non sfolla. Si aspettano i risultati delle altre. Qualcuno fa dei rapidi calcoli in silenzio. Poi viene annunciata la classifica. In testa c’è il Palermo.  Cose da pazzi. Sognano anche Genoa e Pescara. Nessuna delle tre però a fine campionato festeggerà la promozione.

 

Oggi Genoa e Pescara vincono. I risultati delle avversarie dirette, stavolta per non retrocedere, spingono il Palermo in fondo alla classifica. Diciassette anni dopo la Befana tradisce.

Annunci

Pubblicato il 6 gennaio 2013, in Calcio con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: