Atletico Madrid, Bayern e il destino (del mondo)

ALE

“No, in Sud America noi non ci andiamo”. La paura e il grande rifiuto. Franz Beckenbauer e Gerd Muller hanno appena schiantato l’Atletico Madrid: 4-0 nella finale di Coppa dei Campioni. Maggio ’74. Dopo pochi mesi è tempo di Intercontinentale. Ha un fascino imprevedibile perché mette di fronte la più forte squadra europea con quella sudamericana, in questo caso i biancorossi dell’Indipendiente. Andata-ritorno.

Ma i bavaresi, al primo trionfo in Coppa Campioni hanno ancora negli occhi la finale del 1969, quando il Milan di Rivera fu “malmenato” dagli avversari dell’Estudiantes. Il rossonero Nestor Combin, picchiato in campo e fuori, fu arrestato dai militari argentini per motivi “politici” (aveva disertato la leva). Accoglienze poco ospitali e sportività ai minimi termini: già nel ’71 l’Ajax aveva lasciato al Panathinaikos l’onore di andarsi a giocare la Coppa in Argentina per evitare problemi.

Rinuncia pure il Bayern, l’Atletico no. Vola in Sud America e batte l’Independiente più forte della storia, trascinata dai gol del cecchino Bochini: 0-1 ad Avellaneda e 2-0 al Vicente Calderon. I colchoneros salgono sul tetto del mondo, senza aver mai passeggiato su quello europeo. Unici nella storia. Ventotto anni dopo Bayern e Atletico potrebbero ritrovarsi di fronte nella Supercoppa. Dal bianco e nero degli anni Settanta al biancorosso del Duemila.

Annunci

Pubblicato il 11 maggio 2012 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: