Franco, Ciccio e Ciocci

FRANK

Di Matthaeus si sapeva che avrebbe potuto fallirlo. D’altronde erano passati pochi mesi dal rigore sparato su Pagliuca e di uno scudetto consegnato alla Samp. Ma da Brehme? Chi se lo sarebbe mai aspettato? Glaciale, teutonico, Andy Brehme, un anno prima, aveva fatto piangere dal dischetto Maradona. Eppure il 15 settembre 1991, a San Siro, tradì anche lui. Piatto destro non troppo angolato e Gregori come un gatto a parare il secondo penalty della giornata.

Per fortuna, quel pomeriggio arrivò lui, Stefano detto Ciccio Desideri. Prima a correggere in rete la respinta del portiere del Verona sul rigore di Brehme, poi nel secondo tempo a siglare il 2-0 finale, mettendo dentro il quarto tiro dagli undici metri concesso all’Inter. Il terzo? Lo aveva sbagliato Massimo Ciocci.

Quel Ciocci che due settimane prima aveva messo la firma al primo gol subito in A da Franco Mancini, al debutto in massima serie, in Inter-Foggia 1-1, il primo settembre 1991. Quel Ciocci che dopo aver smesso di giocare ha avuto un tumore e lo ha affrontato meglio di quel rigore. Sconfiggendolo, segnando.

Franco invece no, Franco si è arreso a una bordata improvvisa da lontano, una di quelle che non ti aspetti. Un infarto, venerdì scorso. Sabato il suo ultimo stadio, l’Adriatico, ha pianto per lui. Ieri nel suo primo stadio, San Siro, l’arbitro ha fischiato un’altra volta quattro rigori.

Annunci

Pubblicato il 2 aprile 2012, in Calcio con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: