E’ morto Gonella, quel fischio al 90′ che costò al Palermo la Coppa Italia

 

ALE

Per i palermitani è rimasto per sempre un ladro di sogni. Anche a 40 anni e passa di distanza. Adesso Sergio Gonella non c’è più. Si è spento oggi a 85 anni. Arbitro di fama internazionale, nella sua lunga carriera arrivò a dirigere sia la finale di un campionato del Mondo che quella di un Europeo. Tutto d’un fiato: 1978 e 1976. Due anni prima però la storia di Gonella, bollato sin all’inizio come severissimo ed imparziale, fece irruzione nella notte che i palermitani aspettavano da sempre. Ovvero finale di Coppa Italia dell’Olimpico, 23 maggio ’74.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

Lucchese 1997-1998, una sintesi del Palermo dalla rinascita a… Stellone

Schermata 2018-06-12 alle 18.36.58.png

La figurina Panini della Lucchese 1997-1998

 

FRANK
C’è una squadra che, a guardare i giocatori, è una sintesi degli ultimi 30 anni del Palermo. Il rosa diventa rosso, il nero rimane. Si fa un salto indietro di 20 anni e si atterra al Porta Elisa. Siamo nella stagione 1997-1998 e in campo c’è la Lucchese, ma è come se ci fosse una specie di riassunto rosanero dalla prima promozione in B dopo la rifondazione fino all’imminente finale col Frosinone per la Serie A.

Leggi il resto di questa voce

La storia di Giovanni Sucato, il “mago dei soldi”: 22 anni fa la sua strana morte

ALE

Estate 1990, gol, sogni, soldi, Palermo. Mentre un giovane calciatore di 26 anni prende il mondo a pallonate segnando a ripetizione nelle notti magiche di casa nostra, un giovane avvocato di 26 anni prende in giro la sua città nei giorni di fuoco di Cosa nostra. Sono due facce della stessa medaglia: Palermo. Uno è Totò Schillaci, l’altro è Giovanni Sucato. Il primo illude, sfiora la gloria eterna ma poco dopo finirà esiliato in Giappone. L’altro pagherà con la vita l’azzardo più folle che un palermitano ricordi. E’ il 30 maggio del 1996 quando l’avvocato (ma sulla sua laurea non si troveranno mai conferme) di Pomara – piccola realtà di periferia dove Palermo diventa Villabate – viene ucciso in circostanze mai chiarite. Ventidue anni anni fa esatti.

Leggi il resto di questa voce

9 maggio 1968, tre bimbi scomparsi ad Aspra. Un mistero lungo 50 anni

 

 

bimbi scomparsi aspra

FRANK
(dal Giornale di Sicilia dell’8 maggio 2018)

Ci sono tre bambini di scuola elementare. Loro sono veri. E poi ci sono le leggende miste chissà a quanta verità su un reticolo sconfinato di grotte e in alternativa una misteriosa macchina rossa. Di reale c’è anche una tranquilla borgata marinara di poche migliaia di anime che all’improvviso scopre la paura e il coprifuoco. Mezzo secolo fa Aspra vede sparire all’improvviso tre figli: Domenico Astorino, detto Minico, di 11 anni, Domenico D’Alcamo, detto Mimmo, e Giuseppe La Licata, detto Pino, entrambi di 9 anni. Da quel 9 maggio 1968 sono state battute diverse piste fra mezze testimonianze, silenzi e passi indietro. Mimmo, Minico e Pino oggi sarebbero dei sessantenni ma la loro scomparsa è ancora un enigma.

Leggi il resto di questa voce